top of page

Stili di Yoga. Come Scegliere lo Stile Giusto?

Lo Yoga nasce principalmente per allenare corpo e mente, al fine di trovare la propria serenità e "centratura" nel mondo. Nel corso degli anni, e soprattutto negli ultimi vent'anni, lo Yoga ha visto nascere innumerevoli stili, adatti (o adattati) per chiunque. Diciamo che sono stati occidentalizzati gli stili esistenti, in modo tale che ognuno potesse sentirsi parte di una categoria.


In questo articolo vedremo le differenze principali tra gli stili più comuni e perché è importante scegliere lo stile giusto.


Lezione di Yoga. Posizione dell'albero e guerriero
Lezione di Yoga

STILI DI YOGA MAGGIORMENTE FREQUENTATI


HATHA YOGA - LO YOGA DELLO SFORZO


Lo stile Hatha è forse quello più conosciuto e che si trova maggiormente nei corsi di gruppo. Propone un mix tra Asana (posizioni), Pranayama (respiro), Mudra (posizioni delle mani) e Meditazione. E' famoso anche perchè è alla portata di tutti e, inoltre, pone la base per tutti gli altri stili. Gli stili che vedremo di seguito sono stati tutti tratti dall'Hatha. ADATTO PER CHI VUOLE INIZIARE E NON HA MAI FATTO YOGA.


YIN YOGA


Lo stile Yin nasce in epoca abbastanza recente, è composto da 27 posizioni che si mantengono tra i tre e sette minuti, aiutandosi anche con i props per non forzare il corpo. Mentre il corpo rimane fermo e per-mette alla gravità di allenar-lo senza sforzo, la mente può meditare. ADATTO PER CHI NON VUOLE POTENZIARE IL CORPO, MA VUOLE DEDICARSI ALLA MENTE.


ASHTANGA YOGA


E' uno stile molto veloce, praticato soprattutto dagli sportivi. Ha una serie di Asana ben definite, che si praticano in sequenza. PER CHI VUOLE DIMAGRIRE E POTENZIARE I MUSCOLI DEL CORPO.


VINYASA YOGA


Lo stile Vinyasa è una declinazione dell'Ashtanga. Le posizioni sono le stesse, ma non sono praticate in sequenza ed è leggermente più lento. ADATTO A CHI VUOLE POTENZIARE LA MUSCOLATURA.


IYENGAR YOGA


Pone molta attenzione ai dettagli della pratica. Non è dinamico, ma mette in condizione il corpo di entrare e stare nella posizione nel modo più “giusto” possibile. Si utilizzano props, ovvero supporti, per ottenere maggiore beneficio e precisione dalla pratica. ADATTO AGLI SPORTIVI E ACHI VUOLE TRARRE BENEFICIO DALLA CORRETTA POSTURA.


ODAKA YOGA


Stile recente, che pone il movimento co-me se fosse un’onda del mare. Unisce Yoga, Zen e Bushido (il codice di condotta dei Samurai). Scioglie i blocchi interiori e tira fuori le emozioni. ADATTO A CHI VUOLE POTENZIARE IL CORPO MA VUOLE DARE MAGGIORE RISALTO ALLA MENTE.

 

Quelli citati fino a qui sono gli stili più frequentati, soprattutto da chi si approccia inizialmente allo Yoga. Come puoi vedere sono tutti stili diversi, quindi scegliere lo stile giusto diventa importante, in quanto una scelta sbagliata può influire sulla riuscita della lezione. Iscriversi ad un corso sbagliato potrebbe farti "odiare" lo Yoga, ecco perchè io consiglio, prima di scegliere, di provarli. Una lezione basta per capire se l'intensità può fare al caso nostro e ci può aiutare a prendere la decisione migliore per noi.

 

Se vuoi frequentare i nostri corsi puoi cliccare qui


Se vuoi saperne di più sul mondo dello Yoga, puoi scoprire i nostri libri cliccando qui





20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page